Tudela: “Pronti a lottare”. Domani Correggio-Lodi

CORREGGIO (Reggio Emilia) – La splendida cornice di Palazzo dei Principi, edificio storico del centro di Correggio ultimato nel 1508 (ora sede della Biblioteca e del Museo), ha fatto da sfondo alla prima intervista di Gabriel Tudela in casacca BDL. Il giocatore cileno, arrivato dal Leon Prado (Cile), a breve compirà 28 anni (il 20 settembre) ma ha ancora tanta fame e voglia di dimostrare il suo valore. “Sono molto contento di essere qui” – ha affermato Gabriel Tudela. All’interno del cortile del palazzo principesco, che fu la residenza di Francesca di Brandeburgo, Tudela non ha nascosto gli stimoli per questa nuova avventura a Correggio. La prima per il giocatore nel massimo campionato tricolore, che lo vedrà protagonista con l’8 sulle spalle. “E’ il mio numero da sempre – ha detto – Sarà una stagione difficile perché non partiamo con particolari favori del pronostico. Dovremo lavorare molto e lottare perché tutte le partite saranno difficili”.

A partire da quella d’esordio in campionato contro il Montebello, sua ex squadra, che la BDL affronterà il 2 ottobre in terra veneta. Con la compagine vicentina Tudela è stato protagonista dell’annata 2018/19, quando i biancorossi ottennero la promozione in Serie A1 (primi in stagione regolare) e la vittoria della Coppa Italia di A2 (al secondo posto, in entrambi i casi, arrivò proprio il Correggio). “Ricordo bene quella stagione – ha raccontato – Dopo l’esperienza al Mirandola, la mia prima in Europa, con il Montebello invece fu una bella annata culminata con la vittoria della Serie A2 e la Coppa Italia di categoria”. Occhi puntati anche sulla Nazionale e sulla sua terra d’origine. Tudela ha giocato con la “Roja” nel mondiale Under 20, ai World Roller Games in Cina e nella Coppa delle Nazioni di Montreaux. “Il sogno di ogni giocatore è scendere in pista e vestire la casacca della Nazionale – ammette – Lavoro e lotto ogni giorno per centrare questo obiettivo, mi piacerebbe continuare a giocare per la Nazionale cilena. Non nascondo che mi manchi la mia Patria, ma credo che sia così per tutte le persone che lasciano il proprio Stato. Qui però mi trovo bene e la presenza di Alvaro Osorio e dei tecnici Pablo Jara e Toto Bastias, miei connazionali, ha aiutato molto nell’integrarmi in questa realtà”.

Domani sera intanto la BDL Correggio debutta davanti al pubblico di casa sfidando l’Amatori Lodi campione d’Italia. Dopo la sconfitta di mercoledì scorso al PalaCastellotti per 7-4, al termine di tre tempi, nuova sfida tra i biancorossoblu e la compagine guidata dal tecnico Pierluigi Bresciani e dell’ex di turno Nicolas Barbieri. L’ultimo confronto tra le due squadre in Emilia è datato 5 maggio, quando in gara-1 dei quarti di finale playoff il Lodi sconfisse 5-2 la squadra reggiana (poi eliminata con un 2-0 nella serie). Inizio fissato per le ore 20, ingresso gratuito al Pala Dorando Pietri ma è richiesto il Green Pass.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.