Nicolò Salines e la BDL Correggio uniti fino al 2024

Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano. Quello tra il Correggio Hockey e Nicolò Salines si è preso una pausa di quasi due mesi, per poi tornare a proseguire il suo dolce percorso. All’insegna, soprattutto, dello studio. Dopo Alessio Caroli, un’altra conferma nel giorno del suo compleanno. Questa volta si tratta del secondo portiere della BDL Correggio nel campionato di Serie A1. Contratto triennale (legame con il club che scadrà nel 2024) e accordo ufficializzato proprio al compimento dei 19 anni. Un accordo trovato dopo che il suo addio al Correggio Hockey sembrava realtà: la stessa società, nel corso di un comunicato stampa datato 25 maggio, aveva annunciato il passaggio di Salines ai Pumas Viareggio. Da lì il riavvicinamento, la decisione di studiare a Bologna e mantenere viva la passione per l’hockey. Tradotto, ecco il ritorno in biancorossoblu.

“Sono veramente felice di essere qui – confessa Salines – La scelta è stata difficile e ci sono state situazioni non facili alle spalle di questa decisione. Però sono convito della decisione di proseguire qui il mio percorso sportivo e di studi. Giocherò a hockey e studierò Scienze Statistiche Economiche all’Università di Bologna. Un percorso che mi affascina tantissimo”. Una scelta ponderata quella di portare avanti il percorso degli studi. “Nell’hockey su pista, come nello sport in generale, ci sono variabili che intervengono e che sono difficilmente prevedibili. E’ importante lo studio e rimanere al passo, cercando di avere più strade possibili”.

Nato il 3 agosto 2002, nel corso della scorsa stagione è stato il primo portiere della Minimotor promossa in Serie A2. Nel massimo campionato, è sceso in pista affrontando Forte dei Marmi, Lodi e Trissino, rispettivamente prima, seconda e terza formazione al termine della stagione regolare (Scudetto vinto poi ai playoff dal Lodi sul Forte dei Marmi). “Non proprio le avversarie più semplici per scendere in pista… – scherza – L’esperienza però che ricordo più volentieri è il tempo giocato contro i toscani, che schieravano anche il capocannoniere del campionato Federico Ambrosio: l’emozione e l’ansia erano a livelli molto alti, però lo ricordo perché è stata la prima volta in cui ho giocato un tempo intero in Serie A1”. Salines non nasconde di non vedere l’ora di allenarsi con Fabio Errico, primo portiere della prossima stagione. “E’ un buon giocatore e sono contento che sia qui – conclude – Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con lui”.

Guarda la video intervista completa.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.